LO ZENZERO IN POLVERE

TUTTI I SEGRETI DELLA POLVERE DI Zingiber officinalis: PROPRIETA’, BENEFICI, PECULARIETA’

ORIGINE DELLO ZENZERO E I PAESI PRODUTTORI

Lo zenzero, il cui nome scientifico della qualità commestibile è Zingiber officinalis, è una pianta che appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae. È originaria della foresta pluviale dell’Asia Zenzero in polvereOrientale. Date, però, le sue qualità riconosciute e accreditate dal settore medico a livello mondiale, ai giorni nostri lo zenzero è una pianta che viene coltivata praticamente in ogni dove. In base alle sue caratteristiche e al fatto che questa preziosa spezia predilige un clima caldo umido e il sole, l’habitat perfetto è quello della fascia tropicale.

È la Cina, in modo particolare la provincia di Shandong, il maggior produttore di zenzero al mondo. Seguono l’India, al secondo posto, e la Nigeria al terzo. Dopo troviamo, in ordine sparso, il Sud e il Centro America con Brasile, Perù e Messico, diversi paesi del continente africano, Indonesia, Thailandia e Israele. Anche l’Australia coltiva lo zenzero, ma più che altro per un fabbisogno interno (esportando solo il 20% di ciò che viene prodotto).
È una delle spezie più richieste a livello globale: in Asia è un ingrediente indispensabile dei pasti quotidiani di migliaia e migliaia di persone; in Occidente, invece, la sua domanda è in continua crescita soprattutto ora che i suoi benefici per la salute dell’organismo sono ampiamente noti (sia che la radice venga consumata fresca o come zenzero in polvere).

COME SI PRESENTA LA PIANTA E QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DELLA RADICE

Lo zenzero è una pianta erbacea che può crescere fino a un metro e mezzo di altezza, dal colore verde brillante e dalle foglie lunghe e mediamente strette. Il suo frutto è simile a una palla ovale al cui interno sono presenti migliaia di semi divisi in tre scompartimenti. Ne esistono di tanti tipi, molti dei quali a solo scopo ornamentale grazie a una fioritura colorata e allegra. Ma, come abbiamo detto inizialmente, la pianta nota per le sue qualità officinali è appunto lo Zingiber Officinalis (la spezia che tutti conosciamo e apprezziamo).
La parte commestibile dello zenzero, o meglio quella che contiene le sostanze nutritive, è la radice o rizoma. Quest’ultimo si presenta ramificato, pieno e carnoso, con una sorta di buccia esterna piuttosto fine dal colore marroncino tendente al beige. L’interno è giallo, fibroso, umido e succoso, dal sapore pungente, piccante e fresco. Ed proprio il suo interno ciò che viene utilizzato in cucina.

GLI UTILIZZI DELLO ZENZERO

Lo zenzero è una spezia amatissima e super apprezzata nelle cucina di tutto il mondo. Il suo aroma è intenso, il suo sapore è deciso e conferisce ai piatti e alle bevande un gusto unico e inimitabile che tende al piccante. Può essere utilizzato per insaporire primi e secondi a base di carne o pesce, per donare uno sprint in più ai risotti e alle verdure, per creare dolci particolari e appetitosi e per aromatizzare succhi, cocktail e non solo (si pensi alla bibita ginger ale).
La radice dello zenzero, che contiene proprietà medicinali singolari e importanti, può essere spremuta per ricavarne l’essenza, essiccata e poi tagliata a pezzi o trasformata in polvere, mentre alcuni addirittura la preferiscono candita con il suo stesso zucchero (vedi tabella nutrizionale al punto successivo). Insomma lo zenzero si presta a essere manipolato in tantissimi modi, a seconda dei gusti e delle proprie esigenze culinarie.

COMPONENTI E VALORI NUTRIZIONALI DELLO ZENZERO IN POLVERE

Il valore energetico di 100g di zenzero fresco è circa 80 kilocalorie. Gli altri suoi componenti sono i seguenti:

  • Acqua 78,89 g
  • Proteine 1,82 g
  • Carboidrati 17,77 g
  • Di cui Zuccheri 1,7 g
  • Fibre 2 g
  • Sodio 13 mg
  • Alcol 0 g
  • Grassi 0,75 g di cui
  • Saturi 0,20 g
  • Monoinsaturi 0,15 g
  • Polinsaturi 0,15 g
  • Colesterolo 0 g
  • Sali minerali 508,40 mg di cui
    Potassio 415 mg
    Fosforo 34 mg
    Calcio 16 mg
    Magnesio 43 mg
    Ferro 0,6 mg
    Zinco 0,34 mg
  • Vitamine:
    Vit. C 5 mg
    Vit. B2 0,034 mg
    Vit. B3 0,75 mg
    Vit. B6 0,16 mg
    Vit. E 0,26 mg
  • Folati 11 µg
  • Indice glicemico 15

Mentre di seguito i valori nutrizionali di un cucchiaio da tè di zenzero in polvere, corrispondenti a poco meno di 2 grammi della spezia:

  • Valore energetico 7 kcal;
  • Grassi < 0,1 g
  • Colesterolo 0,0 g
  • Carboidrati 1,3 g
  • Di cui zuccheri < 0,1 g
  • Proteine 0,2 g
  • Fibre 0,3 g
  • Vitamine:
    Vit. C < 0,1 mg Vit. B2 < 0,1 mg Vit. B3 0,2 mg Vit. B6 < 0,1 mg Vit. E 0,0 mg
  • Sali minerali di cui:
    Potassio 23,8 mg
    Fosforo 3 mg
    Calcio 2,2 mg
    Magnesio 3,9 mg
    Ferro 0,4 mg
    Zinco < 0,1 mg

DOSAGGIO: la maggior parte dei medici è concorde nel ritenere che la dose giornaliera della polvere della radice può oscillare tra i 500 mg fino ai 1000 mg.

PROPRIETA’ E BENEFICI: PERCHE’ E’ UN ALIMENTO FONDAMENTALE PER IL BENESSERE DEL NOSTRO FISICO?

alimenti per dimagrire e zenzero in polvere

Sono molteplici le virtù possedute dallo zenzero. Vediamole nel dettaglio:
Antinfiammatorio e analgesico: tra le proprietà migliori che vengono riconosciute allo zenzero c’è proprio la sua capacità di agire come antinfiammatorio. È consigliato in caso di infezioni alle vie respiratorie, dal semplice mal di gola fino alla più fastidiosa tosse grassa (favorisce l’eliminazione del catarro). Lenisce i dolori causati appunto da infiammazioni.

Antibiotico e antibatterico: contribuisce a eliminare virus e batteri e a rendere più forte il sistema immunitario. È particolarmente indicato nelle stagioni fredde per prevenire influenze e raffreddori.

Digestivo: grazie a sostanze chiamate gingeroli, tale spezia è in grado di creare una barriera protettiva sulle pareti di stomaco e intestino. La conseguenza è che aiuta questi fondamentali organi a lavorare nel migliore dei modi per quanto concerne la funzione dell’apparato digestivo.

Dimagrante: è un perfetto alleato di diete dimagranti e di chi vorrebbe perdere peso. Infatti, questa radice, soprattutto lo zenzero in polvere, accelera il metabolismo basale, come specificato qualche riga sopra, favorendo la digestione in quanto permette l’assorbimento veloce delle sostanze contenute nei cibi.

Antiemetico: contrasta la nausea e i vomiti in quanto agisce sulle pareti dello stomaco rinforzandolo; è indicato per chi soffre di mal d’auto o mal di mare, per chi ha problemi di nausea mattutina (le donne in gravidanza prima di assumere lo zenzero devono rivolgersi al proprio medico per stabilire modalità e quantità) e di vertigine.

Antiossidante: con lo zenzero si combattono i radicali liberi e l’invecchiamento precoce dei tessuti del nostro organismo. L’ossidazione è un fenomeno naturale a cui le cellule sono soggette. Capita però che spesso agenti esterni, come inquinamento o cattiva alimentazione, accelerino tale processo. I risultati visibili sono: colorito della pelle spento oltre che a un aspetto stanco e vecchio. Mentre a livello interno, l’ossidazione può causare anche tumori. Lo zenzero aiuta il nostro fisico a far sì che le cellule ossidate non contagino quelle sane e a eliminare i radicali liberi stimolando la nascita di cellule buone e giovani.

Energetica: se ci sentiamo stanchi, spossati e giù di tono il rimedio più efficace, sano e genuino è proprio l’assunzione del ginger. E’ un potente integratore energetico che dona forza fisica e mentale. Per tale motivo si consiglia di evitare di assumerlo nelle ore serali e prima di andare a letto.

Disintossicante: lo zenzero elimina dal nostro corpo tutte quelle tossine nocive e le scorie che ingeriamo, tramite scorrette abitudini alimentari, o respiriamo a causa dell’inquinamento. Sono numerosi i medici che consigliano, almeno due volte l’anno, di sottoporsi adei periodi di disintossicazione (detox) per riportare i valori dell’organismo alla normalità. In queste occasioni lo zenzero in polvere è uno degli alimenti migliori.
Contro l’alitosi: chi soffre di questo problema sa quanto è imbarazzante anche solo parlare con amici e colleghi. Contro la fermentazione batterica e la cattiva digestione (spesso cause principali dell’alitosi) è utile bere dopo i pasti una tisana di zenzero fresco.

Afrodisiaco: c’è da chi ritiene che lo zenzero abbia anche il potere di risvegliare i nostri sensi in quanto agisce da stimolante sul nostro sistema sanguigno e sul cuore, oltre che da stimolante ed energetico per fisico e mente. Provare per credere: le ricette afrodisiache sono tante!

LA MEDICINA AYURVEDICA ‘’ZENZERO: MEDICINA UNIVERSALE’’

La parola Ayurveda letteralmente significa ‘allungare la vita’. Da qui si può intendere facilmente lo scopo e il senso di questa disciplina che unisce pratiche antiche e una sana alimentazione a una vera e propria filosofia in grado di cambiare corpo e mente e di conseguenza la vita stessa.
Il fisico dell’essere umano è continuamente sottoposto a sollecitazioni esterne, dovute alla vita stessa, alla società, al lavoro e alle persone che ci circondano. Di vitale importanza è mantenere l’equilibro.

Ma come si mantiene? Ascoltando il nostro corpo attraverso la meditazione, avendo cura del proprio sé a livello mentale. E mente, spirito e corpo sono strettamente legati. Per questo è altrettanto fondamentale nutrirsi in modo corretto, sano e genuino.
Nella medicina Ayurvedica uno degli alimenti principi è proprio lo zenzero. Sia la radice fresca che lo zenzero in polvere essiccato sono considerati delle vere e proprie medicine universali in quanto aiutano uno degli apparati primari del nostro corpo, ossia l’apparato digestivo. Il ginger, infatti, aiuta proprio il fuoco dello stomaco chiamato ‘agni’ a essere attivo e a funzionare nel modo corretto. E se la digestione viene compiuta correttamente anche la mente e lo spirito stanno bene.