Zenzero in polvere per bambini

I bambini e lo zenzero in polvere

Il consiglio dell’esperto: meglio il ginger in polvere che la radice fresca

L’autunno e l’inverno sono le stagioni più temute dalle mamme. L’influenza e il raffreddore sono sempre in agguato e non lasciano mai scampo ai bambini sempre maggiormente soggetti a colpi d’aria, correnti fredde e contagi all’asilo o a scuola. Quante volte noi genitori abbiamo detto loro ‘chiuditi il giubbino’, ‘lasciati la cuffia in testa’, ‘non uscire a giocare senza la sciarpa’. Ma loro niente, non ci ascoltano e il giorno dopo ce li ritroviamo con una forte tosse, il naso pieno di moccio, la febbre e la debolezza tipiche di virus e infiammazioni stagionali. E allora non possono andare a scuola e noi siamo lì a chiedere un paio di giorni di ferie e permessi o a cercare baby sitter o i nonni per darci una mano. Che poi la situazione a volte peggiora quando anche noi veniamo contagiati! Un vero incubo.

Ma ci può essere un rimedio a tutto questo. Una soluzione che la natura ci mette a disposizione. Una pianta dai mille poteri curativi e soprattutto in grado di prevenire. Perché come dice un famoso detto ‘prevenire è meglio che curare’.

Stiamo parlando della pianta dello zenzero di cui si utilizza la sua radice, detta rizoma, di colore giallo e con un sapore particolare e piccante, che non tutti apprezzano, ma basta applicare qualche ‘segreto da mamma’ per farlo assumere anche ai nostri figli.

I benefici che lo zenzero apporta all’organismo nostro e dei bambini sono tanti. Cominciamo col dire che questa spezia asiatica possiede molteplici proprietà nutritive e terapeutiche. Essa contiene diversi tipi di proteine e sali minerali, tante fibre e vitamine, soprattutto quelle del gruppo A – B e C. Ed è proprio quest’ultima che viene incontro a noi genitori con i figli influenzati. La vitamina C non è altro che una sostanza chiamata acido ascorbico. È fondamentale per l’organismo di noi adulti, figuriamoci per quello dei bambini, in quanto è uno dei responsabili della crescita e dello stato di salute del corpo. È un potente antiossidante e, soprattutto, contribuisce a rafforzare le difese immunitarie. Una sua carenza, in modo particolare negli organismi dei bambini, può comportare problemi anche piuttosto gravi. La vitamina C è un nutriente che purtroppo il nostro organismo non riesce a immagazzinare, per cui risulta vitale assumerla attraverso cibi specifici.

È consigliato, perciò, soprattutto all’inizio delle stagioni più fredde per prevenire malanni e influenze, assumere la vitamina C contenuta negli agrumi e nello zenzero. Quest’ultimo, inoltre, è anche un potente rimedio contro le infiammazioni. Appena i tuoi figli accusano un leggero mal di gola o un po’ di tosse (quella grassa) e non vuoi immediatamente ricorrere a farmaci, puoi utilizzare come rimedio proprio il ginger.

Inoltre, questa radice riscalda l’organismo stimolando la sudorazione. Ed è proprio attraverso il sudore che noi eliminiamo le scorie e aiutiamo il nostro corpo a essere più forte e ad eliminare virus e batteri nocivi. I medici avvertono, però, che per i bambini è meglio preferire lo zenzero in polvere rispetto a quello fresco. La polvere, infatti, è più digeribile per loro.
Nei bambini la dose consigliata è di circa 0,5 g al giorno. È sconsigliato il suo utilizzo nei casi di febbre molto alta.

UN RIMEDIO NATURALE PER I NOSTRI FIGLI

Quali sono le soluzioni per far assumere lo zenzero ai bambini? Come abbiamo detto prima ha, infatti, un sapore abbastanza forte e deciso, leggermente pungente. Se i tuoi figli amano le spremute di arance e mandarini allora il gioco è fatto: aggiungi mezzo cucchiaino di zenzero in polvere nel bicchiere e mezzo cucchiaino di zucchero o miele per dolcificare. Anche gli agrumi contengono molta vitamina C e se vengono consumati ogni giorno si può dire addio alle influenze e raffreddori.

Se, invece, i tuoi bambini non vanno pazzi per le spremute, ma preferiscono i classici succhi di frutta in brik (cercate di acquistare sempre quelli che contengono meno zuccheri) aggiungi a questi lo zenzero.

Nei casi più gravi puoi anche preparare una tisana calda da bere a piccoli sorsi con un pezzetto di radice fresca messa in infusione per circa sei/sette minuti con acqua quasi bollente. Quando sta iniziando a freddarsi aggiungi il succo spremuto di mezzo limone e un bel cucchiaio di miele.

Un’altra soluzione molto amata dai bambini è quella di preparare una purea di pera e zenzero. Prendi un pentolino e al suo interno mettici una pera sbucciata e tagliata a piccoli pezzi coprendola con acqua. Cuocere e portare in ebollizione finché l’acqua non evapora e rimane solo una sorta di composto denso e cremoso. Unisci alla purea mezzo cucchiaio di ginger e quando è fredda puoi proporlo come merenda alternativa e genuina.