Zenzero in polvere e pianta dello zenzero

LO ZENZERO IN POLVERE NELLA MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

COME CURARSI CON LA RADICE DI GINGER IN POLVERE

La medicina occidentale e quella orientale sono due scienze molto diverse tra loro che, però, si fondano su alcuni principi abbastanza simili, seppure da punti di vista differenti, come l’importanza dell’attività fisica e una sana e corretta alimentazione.

A parte questo, possiamo affermare che l medicina occidentale è più scientifica, più schematica e razionale e, secondo il parere di molti, abusa di farmaci chimici. La seconda, invece, è fermamente convinta che corpo, spirito e mente siano intrinsecamente legati l’uno all’altro e quindi per curare uno è fondamentale curare anche gli altri ricorrendo alla natura. Se c’è disarmonia tra mente, spirito e corpo viene a mancare la salute.

Lungi da noi dal dire che una è meglio dell’altra, vogliamo solo confrontarle e parlare nello specifico dei saperi della medicina orientale e in modo particolare di quella cinese, considerata una delle medicine più antiche del mondo.

In effetti, la medicina cinese nasce circa 2500 anni fa ed è l’insieme di pratiche che comprendono l’agopuntura, esercizi fisici (come lo yoga), la fitoterapia, i massaggi e ovviamente una dieta a base di alimenti specifici.

Secondo la medicina cinese esistono due categorie dette Yin e Yang: il bianco e il nero, il giorno e la notte, il freddo e il caldo, l’acqua e il fuoco, insomma gli opposti che però non esistono singolarmente, l’uno ha bisogno dell’altro per esistere.

Sulla Medicina Cinese esistono libri e trattati. Noi proviamo a fare un riassunto delle cose più importanti, partendo dal concetto principale che un medico può capire quale sia il problema di un suo paziente osservandolo e, in base allo Yin e allo Yang, individuare il rimedio più adatto a curare, o meglio, a ricreare l’armonia perduta della persona.

Per la filosofia cinese il corpo è l’universo in versione ridotta dove ogni organo, nervo, tessuto è collegato a un tutto più ampio e il mal funzionamento di un piccolo elemento crea un disequilibrio. Il concetto va anche oltre: non solo c’è disarmonia se un ingranaggio del nostro corpo non funziona, ma non c’è armonia anche quando l’uomo (inteso come essere umano ovviamente) non è più in equilibrio con la Natura.

È questo il motivo che spinge l’uomo a curarsi con le piante. Nella medicina cinese le piante hanno un ruolo fondamentale. Esse vengono divise in cinque sapori diversi e in quattro energie differenti. Riassumendo e sintetizzando al massimo, si può affermare che sulla base del concetto di Yin e Yang le piante medicine definite fredde servono a curare malattie calde, al contrario le piante calde curano quelle malattie chiamate fredde.

Pensando allo zenzero in polvere, considerato una pianta calda, siamo in grado di poter dire che le malattie che cura sono quelle cosiddette fredde. Infatti è un rimedio portentoso contro quei malanni causati dal raffreddamento: i mal di gola, i raffreddori stagionali e la tosse hanno vita breve con lo zenzero che riscalda tutto l’apparato respiratorio.

Anche la sua virtù digestiva è data dal suo potere riscaldante. Nella classificazioni della Medicina Cinese, il ginger è un alimento caldo perché appunto riscalda lo stomaco, il fegato, la milza e l’intestino e riesce a mandare via lo Yang (il freddo appunto).

La Medicina Cinese, oltre ad aver catalogato quasi 400 piante in base ai benefici e alle controindicazioni di ognuna, ne prescrive i dosaggi, le soluzioni galeniche, le varie combinazioni che si devono assumere per guarire.

LA RADICE IN OCCIDENTE

Da qualche anno, anche la Medicina Occidentale ha scoperto lo zenzero e alcuni studi condotti in laboratorio confermano ciò che in Oriente sapevano già da qualche migliaio di anni. Ossia che la radice di zenzero fresca e lo zenzero in polvere producono sul nostro organismo un effetto chiamato termogenico. Significa che questa pianta non solo produce calore, ma contribuisce a velocizzare il metabolismo e quindi a espellere ed eliminare dal nostro interno le calorie. È un alimento brucia grassi e ideale per chi desidera perdere i chili di troppo.

Se si segue una dieta dimagrante si consiglia di assumere lo zenzero come integratore alimentare prima di ogni pasto. Si possono assumere le compresse già pronte o la radice ridotta in polvere. Le dosi indicate parlano di 500 mg a pranzo e 500 mg a cena. Il tuo metabolismo risulterà notevolmente migliorato e tu potrai finalmente dire ‘bye bye calorie’.