Meglio lo zenzero in polvere o quello fresco

ZENZERO FRESCO O ZENZERO IN POLVERE?

QUALI LE DIFFERENZE TRA LA RADICE FRESCA E IL GINGER IN POLVER?

Lo zenzero è una radice, meglio detta rizoma, ossia la parte commestibile della pianta omonima. Ha origini asiatiche, sebbene sono sempre in aumento i paesi ai quattro angoli del globo che lo coltivano. Ciò è dato da una sempre maggiore domanda, che scaturisce soprattutto dal fatto che questo prezioso rizoma contiene numerosissime proprietà molto utili al benessere dell’essere umano e con alti valori nutrizionali. Per questo motivo lo zenzero è entrato a far parte di molte cucine e piatti occidentali (pensa ai biscotti natalizi al Pan di Zenzero tipici del Nord Europa). Oltre i confini dell’Asia il ginger viene utilizzato come spezia, ma sono sempre più numerose le persone che lo usano come una vera e propria medicina. In Asia, lo zenzero è a tutti gli effetti un rimedio curativo importante ed efficace che la Medicina Orientale e Cinese adoperano da millenni.

Si può consumare in molti modi e sotto varie forme. Vediamole nello specifico.

  • Zenzero Fresco

La radice di zenzero al suo stato originale si trova fresca. È di colore giallo, dura e polposa, ricoperta da una membrana sottile ma legnosa marrone chiaro. Quest’ultima va tolta, con un coltello, e il tuo rizoma è pronto al suo utilizzo. Si può grattugiare o tritare e versare direttamente sulle tue ricette. In questo caso però rimangono molte fibre, per cui se ti danno fastidio è preferibile spremere il trito e ricavarne il succo che poi va aggiunto come condimento a cibi e bevande. Un altro modo è quello di tagliarlo a pezzetti e metterlo in infusione in acqua calda. Tale rimedio è l’ideale per prevenire i malanni di stagione o per curare infezioni alle vie respiratorie poiché una delle sue virtù è proprio il suo essere antinfiammatorio e antisettico. Lo zenzero fresco si può trovare oramai in ogni supermercato, anche se il nostro consiglio è di acquistarlo come prodotto biologico soprattutto se utilizzato a scopi curativi.

Ginger candito

Il ginger candito non è altro che lo zenzero fresco che subisce un determinato processo di lavorazione e conservazione in cui  vengono aggiunti zuccheri. Nonostante abbia, appunto, quantità superiori di zuccheri, lo zenzero candito mantiene il suo sapore piccante e fresco e si presta particolarmente ad essere consumato (ovviamente in quantità ridotte) prima o dopo i pasti. Se mangi uno o due pezzi di zenzero candito prima di pranzo o cena noterai come la sensazione di fame diminuirà velocemente e quindi tenderai a consumare dei pasti più ridotti. Lo zenzero ha, infatti, il potere di donare sazietà ed è perfetto nelle diete dimagranti. Se, invece, preferisci consumarlo dopo i pasti beneficerai di una migliore digestione e di un minore senso di gonfiore, soprattutto, se soffri di disturbi gastrici e intestinali. Lo zenzero accelera il metabolismo e protegge lo stomaco e l’intestino aiutandoli a svolgere al meglio le loro funzioni.

Zenzero in polvere

Lo zenzero in polvere è la radice essiccata e trasformata in polvere. E’ molto semplice da usare, si conserva più a lungo del ginger candito e del rizoma fresco. Si può spolverare sui ogni pietanza, mischiare a bevande, succhi, frullati o tisane, può essere unita a impasti di ogni genere e tipo e creare con questa polvere squisite salse che accompagno verdure, carne o pesce. Le sue proprietà curative, nonostante abbia subito il processo di essicazione rimangono intatte. L’unica differenza sta nel sapore: sono entrambi piccanti, ma la radice non essiccata ha un sapore più fresco rispetto alla polvere che risulta essere leggermente più calda. Secondo la Medicina Cinese, lo zenzero fresco è considerato un rimedio che disperde il freddo, aiuta a sudare e a eliminare le tossine. Il ginger in polvere è visto come un rimedio che infonde calore ed elimina il freddo, quindi più che ottimo per ricreare il perfetto equilibrio interno dell’organismo.

In tutti e tre i casi , comunque, lo zenzero è un alimento curativo decisamente efficiente e infallibile che Madre Natura ci ha gentilmente offerto. Le sue qualità sono preziose e costituiscono dei rimedi essenziali a molti problemi e malattie. Esso agisce in modo particolare sull’apparato digestivo, come abbiamo ampiamente descritto nei paragrafi sopra, in quello respiratorio, eliminando infiammazioni e tosse, e nell’apparato circolatorio, in quanto agisce come stimolante ed energizzante favorendo vitalità e forma fisica e mentale.